LA BONTA’ DEL CONTATTO

Riporto qui di seguito le parole di Victor M. che ringrazio perché mi ha reso parte della sua recente importante esperienza e mi ha autorizzata a pubblicarle:

ritengo parlino più di ogni cosa…

Sono da poco rientrato dalla Spagna e tra poco riparto di nuovo. Mi trovo alla fine di un percorso di accompagnamento di mia madre nella sua malattia. Purtroppo “nulla” si può fare e siamo soltanto davanti ad una triste attesa. 

“Nulla” si può fare, ci hanno detto i medici, e da lì ci siamo resi conto che non è affatto vero. Che durante l’accompagno di un malato terminale molto si può fare e che farlo, fa la differenza. Che c’è, ancora una volta, il “Contatto” come linguaggio privilegiato e che il Contatto fa la differenza. Massaggiare ogni giorno mia madre, ci ha dato una dimensione profonda di comunicazione. Quando sono partito mi ha detto: “mi mancheranno i tuoi massaggi…”  Ho risposto scherzando: “i massaggi? ed io?” e lei mi ha dato, logicamente, dello scemo, dicendomi che sapevo perfettamente cosa intendeva dire… ed è così.

I massaggi mi mettono in comunicazione con me stesso e con l’altro in un modo che non mi aspettavo, profondo, intimo, meditativo, dandomi una sensazione di serenità e di ben-essere…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: